L'INIZIATIVA

Sardegna Social Housing comprende un insieme di interventi abitativi che oltre a soddisfare il  “bisogno di una casa” sono dotati di “spazi collettivi” in cui gli abitanti hanno l’opportunità di  partecipare attivamente alla co-progettazione e la gestione degli spazi comuni. Gli abitanti sono chiamati a condividere un progetto abitativo in cui alla base dell’abitare sono presenti attività collaborative finalizzate all’uso comune di spazi e servizi per favorire le relazioni tra gli abitanti e forme di abitare sostenibile (es. costituendo gruppi di acquisto solidale, condividendo attività educative, ricreative, sportive etc).

Il progetto coinvolge l’intero territorio della Regione Autonoma della Sardegna e prevede la realizzazione di oltre 350 alloggi, localizzati tra i maggiori centri urbani della Sardegna, che verranno concessi in Locazione calmierata (4 anni, rinnovabili per ulteriori 4), in Patto di Futura Vendita (Locazione con opzione di acquisto all’ottavo anno) ed in Vendita convenzionata (acquisto immediato) al fine di intercettare i diversi bisogni abitativi legati alle esigenze della famiglia e dell’attività lavorativa.

1c
1c
socialhousing

© Christian Musella

L’obiettivo è il miglioramento delle condizioni abitative della cosiddetta fascia intermedia di abitanti (che non riescono ad accedere al libero mercato, ma neanche all’edilizia residenziale pubblica) affrontando il tema della casa secondo un approccio “multi-dimensionale” in cui gli aspetti abitativi vengono trattati insieme a quelli sociali e dei servizi, prevedendo progetti insediativi che siano affiancati da programmi di accompagnamento sociale e di facilitazione della convivenza attraverso la presenza costante del Gestore Sociale.